Home > Argomenti vari > SCARNIFICAZIONE DELL’IO

SCARNIFICAZIONE DELL’IO

15 Settembre 2006


GIOCO al massacro con rasoi questuanti
FrAmMeNtAnDo un monologo notturno
ma
non riesco a stratificare l?abisso che ho seppellito nel mio Io più occulto?

Mi spoglio della grottesca pupazzata dei ruoli preimbustati
e incito al naufragio
quelle vane redenzioni che non m?appartengono?

Distruggo ludicamente i moduli confortanti
e recito rosari di MaRtElLaNtI DiSsOnAnZe consolatrici
perchè
avverto la Staticità d?intenti
come Stridule Campane monotone?

Sono una bussola impazzita
con l?ago rivolto a est
affamata di albe feconde

Ingabbio con Sbarre di coste scarne
il mio Diritto ad una

VITA

Gravida di Luci e Ombre

Tremolante

Vorticosa

PIENA

  1. Nenè
    15 Settembre 2006 a 8:48 | #1

    Senza concessioni, il gioco si fa duro,
    il cuore urla, la mente indifesa ma lucida
    è attenta ad ogni mossa.
    Mentre si scrolla dal prevedibile e si riveste del male di essere quì o altrove, comunque
    a contorcersi nel rigagnolo di una vita senza senso.
    Ciao, ti ho letto volentieri:-)Nenè

  2. Flavio
    15 Settembre 2006 a 22:47 | #2

    Troppo intima questa “scarnificazione” perchè possa essere commentata… riesco a sfiorarne con le dita il profilo simile ad una vela… il resto è un soffio, un sospiro che conduce a vita, vita altalenante ma vita…

    Un bacio grande e buon we
    Flavio

  3. dreamer
    16 Settembre 2006 a 1:57 | #3

    C’hai concesso una finestra per capire cosa si cela dietro la natura umana.
    Questo post ha un notevole quoziente d’ansia per l’orrore della quotidianità e incuriosisce e magneticamente attrae pur terrorizzando.
    Strano come un viso così delicato contenga una mente quasi perversa!

    Dormi bene!

  4. BLacKcLoUD
    16 Settembre 2006 a 11:57 | #4

    La sera guardando le luci e il buio.

    con l’aria, con il suo respiro.

    a volte riprendendo a scrivere dopo un po’ di tempo, il mondo dentro la mente sembra acquisire confini più chiari e definiti.. ;-)

    nelle curve e gli spigoli contrastanti delle tue parole, lo spazio..un abbraccio

    ps: c’era un installer che cercava di regalarmi un trojan nel tuo blog.. potrebbe essere dovuto ad un qualche link, anche se non ho avuto il tempo di vedere..

  5. tiziano
    17 Settembre 2006 a 10:45 | #5

    mitica. mi stà addosso benissimo. Un vestito perfetto.
    Sono il mio Titanic.

  6. Sara
    17 Settembre 2006 a 13:02 | #6

    un pò lucrubre…un bacio!

  7. gautier
    17 Settembre 2006 a 17:19 | #7

    …la vita E’ gravida di luci ed ombre. Un’alternanza che tiene distante la staticità d’intenti e che anche nel naufragio più istigato converte il fiele in miele…
    un sorriso in penombra…
    gautier

  8. vitaesogno
    17 Settembre 2006 a 17:32 | #8

    distruzione e rinascita, proprio là dove il sole nasce e rinasce ancora e ancora…

    ciao

  9. nubilefrancesco
    18 Settembre 2006 a 21:19 | #9

    non so… sento che sei adirata per qualche motivo che non conosco,il tuo disagio è cosi palpabile che sembra fango….,ma io grido sempre che dopo la tempesta uno spicchio di sole ti illuminerà anche la notte piu buia… per darti un’attimo di serenità che tocca a te poi assorbirla tutta e non farla andare via e continuare ad andare avanti…… ciao

  10. giampaolo
    19 Settembre 2006 a 22:00 | #10

    Scarnificazione dell’essere che rimane spoglio di ogni falsita’ inutile e lascia trasparire cio’ che rimane dell’anima…

  11. bluantho
    20 Settembre 2006 a 7:59 | #11

    Grazie!
    Buona giornata

  12. BLacKcLoUD
    21 Settembre 2006 a 13:56 | #12

    kk è un gran bel posto ;-)

    ps: per ‘sta cosa dei dialer, direi che girano un po’ dappertutto su tiscali.. quindi non preoccuparti

    un abbraccio

  13. miele
    21 Settembre 2006 a 16:19 | #13

    incantata…mia omonima:)
    miele

I commenti sono chiusi.